AlimentAzione

Ginepro: bacche di bellezza e salute

Le bacche di ginepro vengono utilizzate anche in cucina per aromatizzare piatti a base di carne e per la preparazione di liquori, sapevate però che hanno tantissime proprietà terapeutiche? Scopriamole insieme.

Carta d’indentità. Il ginepro (Juniperus) è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Cupressaceae che comprende il ginepro comune, ma anche tante altre specie apprezzate per la qualità del legno dell’arbusto (Juniperus virginiana) o come piante ornamentali (Juniperus sabina e Juniperus rigida). Il Juniperus communis, noto come ginepro comune o semplicemente ginepro è un arbusto sempreverde, di altezza compresa tra 1 e 10 metri, con foglie aghiformi e bacche (o coccole) blu-viola ricoperte da una pellicola opaca. Contiene olio essenziale che a sua volta è composto da pinene, terpineolo, canfene, alfa-pinene, beta-pinene, sabinene, mircene, gamma-terpinene, cineolo, linalolo, canfora, borneolo, nerolo e acetato di linalile. Oltre a queste sostanze nel ginepro troviamo zuccheri, acidi organici, limonene, terpeni, acido ossalico, acido malico, lignina, cera e resine. Contiene inoltre tannini, catechine, flavonoidi ed antociani. Ogni 100 grammi di bacche di ginepro si ha una resa calorica pari a 20 calorie.

Proprietà e Benefici. Il ginepro in commercio è disponibile in molte forme: tisane, capsule, olio essenziale, unguenti o lozioni. Le tisane sono usate generalmente per i problemi digestivi mentre l’olio essenziale è usato per i bagni caldi e per l’inalazione. Aiutante di pelle e capelli, valido aiuto contro i dolori muscolari, purificante e antisettico, esiste davvero qualcosa che il ginepro non può fare? Scopriamolo insieme!

  • Una delle principali proprietà del ginepro è quella di stimolare ed aumentare la diuresi, aiutando il corpo a liberarsi dalla ritenzione idrica ma anche dall’eccesso di acido urico, che è può provocare la gotta. Per ottenere questi benefici si può preparare un infuso.
  • Grazie alle sue proprietà antisettiche, apporta benefici in caso di infezioni del tratto urinario, uretriti e calcoli alla vescica.
  • Tra le altre proprietà vi è anche quella di regolarizzare il ciclo mestruale e di alleviarne i sintomi.
  • Per uso esterno invece, la polvere ottenuta dalle bacche essiccate di ginepro, può essere utilizzata per alleviare le punture degli insetti e per i dolori reumatici.
  • Apporta benefici anche in caso di dolori articolari o muscolari e può rivelarsi utile per chi soffre di artrite.
  • Alcuni studi recenti hanno dimostrato che le bacche di ginepro hanno la proprietà di abbassare la glicemia, la loro assunzione si rivela quindi utile nei trattamenti per il diabete.
  • Masticare qualche bacca di ginepro dopo aver mangiato, aiuta a digerire meglio perché aumenta la produzione degli acidi dello stomaco. Consumare queste bacche apporta benefici alle infezioni di tutto il tratto gastrointestinale e si rivela utile in casi di gonfiore addominale, flatulenza, vermi intestinali, mal di stomaco, perdita di appetito ed è astringente.
  • Ha effetti benefici nei confronti della tosse e, se utilizzato sotto forma di tintura madre, è un valido aiuto in caso di cistiti.
  • Le bacche mature appena colte, schiacciate ed applicate sotto forma di impacco sui brufoli ed acne, hanno effetti benefici ed aiutano a risolvere anche altri problemi della pelle come le verruche, gli eczemi e la psoriasi.
  • È utile in caso di mal di denti, ferma la caduta dei capelli e rafforza le radici dei denti rendendoli più saldi nelle loro sedi.
  • Il ginepro pulisce i pori della pelle ed aiuta il corpo a depurarsi dalle tossine prevenendo così acne e brufoli. Oltre a questo è anche utile in caso di febbre.
  • Stimolante: aiuta a superare situazioni di estrema stanchezza, depressione e vertigini. Aumenta l’attività del cervello e le secrezioni delle ghiandole endocrine.

bacche-di-ginepro-proprieta

L’olio essenziale. Viene estratto dalle bacche mature con un processo di distillazione in corrente di vapore, utilizzando le bacche fresche e non essiccate. Inalare questo olio essenziale apporta benefici nel trattamento della bronchite, pare che questo metodo agisca efficacemente anche come antidolorifico naturale. Aggiungere qualche goccia all’acqua del bagno per un effetto tonificante. Una ricetta anticellulite? 5 ml di olio essenziale di ginepro insieme a 95 ml di olio di mandorle, possono essere utilizzati per massaggi contro la buccia d’arancia.

Controindicazioni. L’utilizzo del ginepro e dei suoi derivati è sconsigliato alle donne in gravidanza e in allattamento e non va assunto quando si è in presenza di patologie legate ai reni, infiammazioni incluse. Bacche e olio essenziale sono sconsigliati anche per i bambini ed i ragazzi al di sotto dei 18 anni. In caso di uso esterno l’olio essenziale va sempre utilizzato miscelato con altri oli essenziali poiché da solo è piuttosto aggressivo e può quindi provocare irritazioni cutanee. In linea generale è consigliabile non proseguire l’assunzione del ginepro per più di sei settimane.

Lascia un Commento