AlimentAzione

Piatte come tavole da surf? Ecco gli alimenti giusti

La pancia piatta… il sogno di ogni donna! L’addome gonfio è un problema che riguarda indistintamente uomini e donne. Se le sessioni interminabili di diete ferree ed esercizi estenuanti non danno l’esito desiderato, possiamo aiutarci con qualche trucchetto che riguarda gli alimenti che ci aiutano o meno a ridurre il gonfiore. Vediamo insieme la lista degli alleati e la “black list” dei cibi che gonfiano.

Il problema. Il gonfiore addominale è una sensazione di tensione a livello dell’addome, causata dall’accumulo di gas nello stomaco o nell’intestino. Le cause possono essere varie ma nella maggior parte dei casi i disturbi sono legati proprio ad errori alimentari e stile di vita. Chiaramente non escludiamo che possa anche essere un sintomo di una patologia reale come dispepsia o gastroparesi. Uno studio, che è stato presentato ad EXPO 2015, ha dimostrato che il gonfiore addominale colpisce anche coloro che non sono in sovrappeso, causando disturbi e dolori. Per risolvere questo problema bisogna, a detta degli studiosi, limitare o eliminare tutti quegli alimenti che una volta nello stomaco subiscono un processo di fermentazione. L’equilibrio dei batteri che vivono nel colon viene alterato e si manifestano sintomi come il gonfiore.

Cosa posso fare? Vi starete a questo punto domandando come cacciare il gonfiore… la risposta è molto semplice: eliminando gli alimenti che provocano una eccessiva fermentazione. Il problema è che la lista di alimenti che fermentano sia lunghissima e comprenda cibi consigliati per la prevenzione delle malattie. Resta una sola cosa da fare, leggere questo elenco che vi riportiamo con gli alimenti che possono esserci di aiuto e in seguito la lista “abbreviata” di alimenti che possiamo evitare.

  • Ortaggi: Per il benessere generale dell’organismo, così come per mantenere la linea, è necessario che la dieta quotidiana sia ricca di vegetali dalle proprietà benefiche. Gli ortaggi, insieme alla frutta, sono i nostri migliori alleati. Ovviamente non esistono ortaggi che gonfiano, gli effetti benefici però dipendono dalla flora intestinale di ciascun individuo. Tra i prodotti più consigliati in questo caso vi sono insalate di finocchio, ortaggio dalle proprietà sgonfianti. Infine importanti alleati in questa battaglia sono anche i broccoli, poiché hanno un elevato potere saziante e sono ricchi di fibre. Anche altri tipi di ortaggi possono aiutarci come le cipolle!
  • Frutta: sono nostri super-alleati noci e prugne. Esse sono infatti in grado di prevenire l’accumulo di grasso addominale, che può causare problemi seri poiché va ad avvolgere organi importanti come il pancreas.
  • Yogurt magro: il consumo regolare favorisce la flora batterica intestinale e migliora il funzionamento dell’intestino, poiché ricco di fermenti lattici attivi.
  • Pepe nero: anche le spezie possono diventare nostre alleate. Il consumo di pepe nero aiuta a sgonfiarsi perché stimola la produzione di succhi gastrici.
  • Bere molto e spesso: l’acqua idrata la pelle rendendola luminosa, depura dalle tossine ed è persino utilissima per sgonfiare l’addome. Soprattutto in questa stagione il consiglio è quello di bere molto, superando anche i 2 litri giornalieri.
  • Tisane: ci sono anche delle tisane specifiche per sgonfiare la pancia. Tra queste rientrano le tisane a zenzero, cannella, finocchio e anice. In particolare quella allo zenzero è ottima per la presenza di gingerolo, costituente attivo dello zenzero fresco, che rende questa spezia un alimento in grado di migliorare la motilità intestinale.
  • Carboidrati “buoni”: chi desidera un addome “scolpito” dovrebbe eliminare farine raffinate e prodotti che ne sono composti e preferire farine integrali, prodotti a base di kamut o orzo. I carboidrati complessi integrali sono un ottimo modo per consumare zuccheri, a lento rilascio di energia.
  • Fate movimento: ricordatevi di fare movimento spesso con scarpe basse e comode, evitando se possibile i tacchi. Un’altra buona abitudine sarebbe quella di utilizzare le scale anziché l’ascensore e cercare di non assumere posizioni incurvate ma ricordarsi sempre di mantenere una posizione eretta e i muscoli addominali contratti.

cosa invece no? Eccoci arrivati alla fatidica “black list”, contente alimenti e abitudini scorrette che portano il nostro addome a gonfiarsi. Sicuramente in questa lista rientrano i cosiddetti alimenti FODMAP (acronimo di Fermentabili Oligo-, Di- e Mono-saccaridi e Polioli), ovvero ad alta capacità fermentativa. Vediamo insieme quali possiamo eliminare:

  • No alla gomma da masticare: se si desidera un ventre più piatto è necessario anche correggere alcune abitudini. tra queste, la prima da eliminare è il consumo di chewing gum. Masticare le gomme, infatti, produce solo effetti negativi; non solo causa è deleterio per lo smalto dei denti ma anche per lo stomaco, perché aumenta il senso di fame.
  • Masticare lentamente: più in generale, per evitare che l’addome si gonfi, bisognerebbe imparare a masticare a lungo e mai di fretta.
  • Da non bere: se l’acqua è sicuramente nostra alleata, altrettanto non si può dire per le bibite gassate, zuccherate e alcoliche. Queste bevande comportano soltanto un aumento del gonfiore.
  • Verdure: anche negli alimenti da evitare si nascondo alcune verdure. In particolare sono da evitare patate e legumi che causano gonfiore e talvolta anche meteorismo.
  • Cibi lievitati: assolutamente da evitare. Eliminate, per un po’ di tempo per poi rintrodurli in dosi limitate, pane e pizza.
  • Cibi fritti: essi provocano gonfiore allo stomaco, soprattutto quando vengono cotti in oli poco salutari e che nel riscaldarsi rilasciano tossine.

Lascia un Commento