AlimentAzione

Barbabietola: i benefici di una rapa rossa!

Un tubero che non dovrebbe mancare mai sulle vostre tavole? Di cosa parliamo oggi? Della Barbabietola rossa! Molte infatti i benefici di questa pianta, ma andiamo per ordine e raccogliamo dalla “terra” quante più informazioni possibili!

Il nome. O meglio i nomi! Questo tubero infatti ha molti nomi: chi la chiama rapa rossa, barbabietola rossa, barba rossa o carota rossa! A seconda del luogo infatti, c’è una denominazione preferita per indicare questo tubero dal colore intenso e dal sapore dolciastro. Nonostante le mille identità, la barbabietola rossa è facilmente riconoscibile! E’ infatti una grande radice tondeggiante, carnosa di colore rosso intenso, quasi bordeaux, caratteristica che si ritrova quasi in ogni definizione!

Il suo colore. Dato indiscutibile della barbabietola rossa è il suo colore! Tuttavia il colore rosso intenso può subire variazioni a seconda del tipo di tubero, avremmo quindi un rosso più delicato o violento. Il colore caratteristico del tubero è dovuto al pigmento naturale detto betanina , colorante naturale che viene utilizzato anche nell’industria alimentare. La Barbabietola appartiene alla specie beta vulgaris e ne esistono diverse varietà. Si va infatti dalla barbabietola da zucchero alla bietola da orto, per arrivare infine alla barbabietola destinata al mangime per il bestiame da fattoria!

Composizione. La barbabietola rossa è costituita per circa il 91% da acqua! Rappresenta poi un’ottima fonte di Sali minerali e di vitamine! Fra i Sali minerali contenuti , ricordiamo sodio, calcio, potassio, ferro, magnesio e fosforo, tra le vitamine invece annoveriamo la buona presenza di vitamina A, C e del gruppo B. In particolare la vitamina A è essenziale per la protezione della vista! Cosa molto importante, la barbabietola risulta perfetta per coloro che stanno affrontando una dieta! Per circa 100 grammi di barbabietola si calcola un apporto calorico di circa 20kcal.

Benefici. Perché portare rape rosse a casa? Scopriamo i benefici di questo tubero!

  • Per l’intestino: essendo ricca di fibre solubili ed insolubili fanno bene all’intestino ed aiutano a tenere sotto controllo il livello di zucchero nel sangue ed il colesterolo!
  • Perfetta per la dieta: la barbabietola infatti contiene poche calorie! Si calcolano infatti 20 kcal per 100 grammi inoltre, per la buona presenza di fibre tendono a riempire e saziare!
  • Per chi soffre di anemia o chi si sento “spossato” : ideale sarebbe bere un centrifugato di barbabietole rosse, succo di mela e limone, per avere un concentrato di ferro!
  • Per contrastare la ritenzione idrica: essendo, come abbiamo visto, composta per circa il 91% di acqua, è ottima per contrastare la ritenzione idrica e drenare
  • Per rafforzare il sistema immunitario: molte le vitamine che soccorreranno il vostro sistema!
  • Per depurare il fegato: pare infatti che le barbabietole aiutino a purificare il sangue ed il fegato.
  • Per le proprietà antiossidanti: infatti gli antociani, pigmenti rossi idrosolubili presenti in abbondanza nella barbabietola rossa, appartengono ala famiglia dei flavonoidi ed hanno forti proprietà antiossidanti in grado di apportare benefici al micro circolo ed al cuore in particolare.

Come impiegarla in cucina? Sia cruda che cotta! La barbabietola infatti può essere consumata cruda, grattugiata o affettata sottile e condita con del succo di limone, oppure lessata, cotta al forno o in padella. Se scegliete di grattugiarla è ottima aggiunta nelle vostre insalate,insieme a carote, cavolfiori o finocchi, il tutto da condire con succo di limone e con olio extravergine d’oliva. Oppure potete stufare le rape rosse e servirle in abbinamento con del cavolo rosso!
Ma è possibile servire anche un buon piatto caldo con le rape rosse , infatti risultano essere un ottimo ingrediente da impiegare nella preparazione di
minestre, risotti gourmet, e di zuppe di verdura!

Controindicazioni. A chi è sconsigliata la barbabietola rossa?

  • Chi soffre di gastrite: la barbabietola aumenta la produzione di succhi gastrici
  • Chi soffre di diabete: soprattutto cotta, la barbabietola contiene molti zuccheri
  • Chi ha problemi di calcoli renali: le barbabietole sono ricche di ossalati

Lascia un Commento