ConsiglidelSano

Pulizia e rimedi di bellezza con il sale.

Lo usiamo tutti in cucina per insaporire gli alimenti, ma molti non sanno quali usi alternativi possa avere il sale…per far splendere la casa o per preparare maschere di bellezza!

Chi non ha in casa un barattolo contenente del sale? Il sale marino è un ingrediente diffusissimo, se non fondamentale, nella preparazione di diversi piatti; in cucina lo usiamo raffinato – sia fino che grosso-  anche se, si sa, non deve essere consumato in quantità eccessive, soprattutto per le persone che soffrono di ipertensione. D’altra parte però bisogna ricordare che il sale è necessario per il corretto funzionamento del nostro organismo bilanciando con un corretto apporto di potassio. Il comune sale da cucina  oltre al semplice sodio contiene importanti sali minerali, come ferro, magnesio, calcio, rame e manganese.

Al di là degli utilizzi alimentari, il sale marino è un ingrediente che può rivelarsi un grande alleato sia nella pulizia della casa che nei rimedi di bellezza naturali. Vediamo qualche uso alternativo:

Per sbiancare i denti: vi serviranno 1 cucchiaino di sale fino e 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio per creare un dentifricio in polvere dal potere sbiancante; a questo punto inumidite lo spazzolino e intingetelo nella polvere. Soluzione utile per rimuovere la placca e mantenere in salute le gengive. Si consiglia di utilizzare questo dentifricio fatto in casa con il sale solo 1 volta alla settimana o una volta ogni 15 giorni perchè fortemente abrasivo.

Per smacchiare gli abiti: utile soprattutto se avete rovesciato un bicchiere di vino sulla tovaglia ( o sulla camicia bianca!); raccogliete con un panno assorbente tutto il liquido possibile e cospargete con del sale fino le macchie rimanenti, in modo tale che possa continuare ad assorbire le gocce di vino. Una volta che il sale si sarà asciugato, risciacquate e lavate la tovaglia o il capo macchiato in lavatrice come d’abitudine.

SALE-COP

Per pulire piatti e tazzine: le stoviglie di ceramica, soprattutto di colore chiaro,  si macchiano facilmente lasciando aloni o macchie giallognole se usate spesso per contenere del tè o del caffè. Utilizzate del sale per sfregare i punti macchiati in modo da riportare le tazze al loro splendore. Versate al loro interno acqua e sale e lasciate riposare alcune ore per facilitare la pulizia.

Per deumidificare: è possibile deumidificare le stanze della propria casa semplicemente posizionando negli angoli più umidi dei vasetti in vetro o delle ciotoline contenenti del sale grosso. Il sale è perfetto per assorbire l’umidità. Poi potrà essere lasciato asciugare al sole (o in forno) e riutilizzato.

Per levare la muffa: se avete degli oggetti o degli abiti attaccati dalla muffa, applicate sulla macchia una miscela di sale e succo di limone, lasciando agire al sole. Quando sarà tutto asciutto, sciacquate e lasciate asciugare nuovamente al sole.

Per pulire il frigorifero: non è necessario acquistare prodotti specifici, ma basta diluire un cucchiaino di sale fino in mezzo litro d’acqua e spruzzare il liquido ottenuto sulla spugna o sul panno che utilizzerete per pulire i ripiani e lo sportello interno del frigorifero. Così potrete disinfettare il frigorifero e eliminare i cattivi odori.

Per togliere la ruggine: una pasta a base di sale, acqua e cremor tartaro, applicata sulla superficie arrugginita e lasciata asciugare al sole, rimuoverà la ruggine.

Per igienizzare le mani: se dovete pulire per bene le mani o non riuscite a liberarvi dei cattivi odori rimasti sulle dita dopo aver affettato aglio e cipolla, lavatele con una miscela di aceto e sale.

ph diredonna.it

ph diredonna.it

Per pulire argento, acciaio & co: il sale è utilissimo per pulire l’argenteria, ma anche pentolame di rame, ottone e padelle di acciaio inox. Vediamo come fare:

Per oro, rame e ottone: prendete un cucchiaino di sale, uno di farina e uno di aceto e mescolateli fino ad ottenere una pappetta; a questo punto strofinate delicatamente le superfici e i gioielli in oro. Per rame e ottone, invece, lasciatela agire per un’ora, rimuovetela poi con un panno e lucidate. Delicatamente, mi raccomando, per non graffiare la superficie.

Per l’argento: per lucidare le posate in argento, mettete un foglio di stagnola sul fondo di una pentola, aggiungete le posate, un cucchiaino di bicarbonato, uno di sale, acqua, e portate ad ebollizione. Fatto questo, lasciate raffreddare e poi asciugate le posate con un panno pulito.

Per l’acciaio inox: create una miscela di sale e succo di limone, strofinatela delicatamente sull’acciaio, risciacquate e asciugate con cura.

E I RIMEDI DI BELLEZZA?

info sale bellezza

Lascia un Commento