LiberalaMente

Sapete come conservare i ricordi?

Ricordare, come ci insegna l’Enciclopedia Treccani, deriva dal termine latino cor, cordis «cuore» con l’aggiunta del prefisso re-, che può essere inteso come re-cuperare, ri-prendere ovvero fare affiorare alla propria memoria.

di Elena Manighetti, blogger a Fotoregali.com

Fin dall’antichità, la memoria è stata ritenuta un bene prezioso. Gli antichi latini pensavano che il cuore fosse la sede della memoria. Nonostante la scienza abbia provato che si sbagliavano, non possiamo negare che certi ricordi ci sono cari e ci “scaldano il cuore”.

Parecchi studi scientifici hanno però inoltre dimostrato che le emozioni e la memoria sono strettamente legati. Infatti, situazioni emotivamente cariche ci regalano solitamente ricordi più vividi.

Il nostro cervello codifica e immagazzina milioni di informazioni ogni giorno tramite i cinque sensi. A volte siamo sopraffatti dalla quantità di informazioni che riceviamo e può essere difficile ricordare certe esperienze. Non disperate: ci sono parecchi modi per rimediare.

Ecco alcune tattiche per migliorare la propria memoria:

  1. Dormite bene. Un pisolino di appena un’ora può migliorare la memoria fino a cinque volte. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista americana Neurobiology of Learning and Memory, alcune onde cerebrali, chiamate “fusi del sonno”, consolidano le informazioni memorizzate.
  2. Fate il pieno di vitamina B. Mangiate cibi ricchi di vitamina B, come pane integrale, pesce, pollo, prosciutto e patate. Se avete problemi di memoria, in farmacia gli integratori sono facilmente reperibili, senza ricetta.
  3. Mangiate mirtilli, o bevetene il succo. I mirtilli contengono antiossidanti e anti-infiammatori, che aiutano l’afflusso del sangue al cervello. L’università di Reading, in Inghilterra, ha condotto uno studio su alcuni bambini delle elementari e ha scoperto che il succo di mirtilli selvatici aiuta la concentrazione e le performance mnemoniche.
  4. Bevete caffè. Una ricerca della rivista americana Nature Neuroscience ha svelato che il caffè aiuta a consolidare i ricordi.
  5. Integrate le vitamine E e C nella vostra dieta. Secondo l’istituto San Raffaele di Milano, queste vitamine aiutano a prevenire l’alzheimer. Cibi che contengono queste vitamine comprendono i litchi, il prezzemolo, la buccia di limone, i peperoni rossi, i kiwi, i pinoli, il basilico, gli spinaci, le olive e le mandorle.
  6. Immortalate i bei momenti. Per essere sicuri di non dimenticare, scattate foto o create video dei vostri momenti più preziosi. Questi vi aiuteranno a rivivere quei ricordi più intensamente. Inoltre, appendere foto in casa o organizzarle in un album vi aiuterà a rievocare quei momenti più spesso, per non dimenticarne i dettagli.

Uno studio condotto dall’università Loyola di Chicago ha dimostrato che ricordare fa bene. Secondo i ricercatori dell’università, rievocare memorie felici per venti minuti al giorno migliora l’umore. La chiave della felicità sarebbe infatti quella di dimenticare i rimpianti e ricordare i bei momenti.

Quindi che aspettate? Iniziate bene la vostra giornata con una sessione di rievocazione dei vostri ricordi preferiti.

Lascia un Commento