LiberalaMente

Scampagnate di primavera: ecco i nostri consigli

Una fuga di qualche giorno per staccare la spina e fare il pieno di relax e bellezza? I weekend di primavera sono l’occasione ideale! Pochi giorni tra le bellezze d’Italia. E’ proprio vero che il Belpaese fornisce un sacco di opportunità, quindi non è difficile decidere di prendere e partire. Abbiamo fatto una selezione di posti che vale la pena di visitare!

Pochi giorni tra bellezze e natura in Italia. Ricordiamoci una cosa: l’Italia è il Paese che ospita il maggior numero di siti Unesco e il maggior numero di beni artistici e archeologici del mondo. Da Nord a Sud le scelte non mancano: Firenze, Roma, Venezia, Siena, Bologna, Napoli, Lecce, Matera, Palermo e Verona le città più gettonate. A Firenze, ad esempio, tra una visita alla Cupola di Brunelleschi e una passeggiata sul Lungarno, potete concedervi una cena da Gesto, un locale davvero eco friendly: non ci sono stoviglie, tovaglie o blocchetti per le ordinazioni (si scrive tutto con il gessetto sulla lavagna), e le portate sono genuine al massimo con prodotti a km 0 e bio, e un risparmio idrico ed energetico eccezionale!  A Roma, si potranno scoprire giardini e parchi “segreti: il Castello Ruspoli apre i cancelli del parco privato per fare spazio ai tradizionali picnic di primavera all’aria aperta, con animazione e visite guidate. Lo splendido Giardino del Castello di Vignanello, con i suoi quattro ettari di verde ti aspetta per una giornata all’insegna del divertimento! Il parco conosciuto come “la Marescotta”, dal nome degli antenati del casato Ruspoli, diventa scenario della scampagnata più tipica. Se amate il Salento e la sua “capitale” Lecce, fermatevi alla 86% eco-friendly house per il vostro soggiorno: acqua calda da energia solare, biointonaci, elettrodomestici e lampadine basso consumo, raccolta differenziata e bici a disposizione.

Se ami camminare. La Costa degli Etruschi a piedi per 4 giorni tra meraviglie della natura, scavi, miniere e squisiti prodotti locali. Si parte da Sassetta nell’entroterra di Castagneto Carducci, verso la Val di Cornia con i suoi paesaggi di colline e coltivi, passando per il monte Calvi a cercar le sue note orchidee. Per due giorni si cammina tra le antiche e moderne miniere, la fantasmica Rocca del Parco di San Silvestro, l’elegante Campiglia e si ozia alle terme di Venturina. Imboccata la via dei Cavalleggeri, attraverso il Parco di Rimigliano, si percorre il lungo costa fino alla Torraccia e s’apre l’incanto del Golfo di Baratti e su fino a Populonia. Il cammino si conclude lungo uno sferzante tratto nella macchia e giù scoprire la Buca delle Fate per raggiungere la meta finale: l’autarchica Piombino! Se hai più tempo a disposizione San Miniato al Tedesco e il suo borgo millenario, nato sulla strada, San Gimignano, Colle Val d’Elsa, Badia Isola, Monteriggioni, rappresentano un itinerario favoloso! Non ci sono difficoltà o grandi dislivelli, ma si percorrono più di 20 chilometri il giorno su strade sterrate, sentieri e anche tratti asfaltati. E’ un buon test per affrontare poi pellegrinaggi più lunghi e impegnativi.
Se ami la montagna. Che in montagna sia facile essere eco friendly con valli incontaminate, aria pulita, prodotti genuini, pascoli, fiumi, laghi e sentieri, è cosa nota, ma se vogliamo che anche la struttura in cui alloggiamo rispetti del tutto l’ambiente allora abbiamo qualche idea: il Carpe Diem di Vigo di Fassa (Tn), ad esempio,  è in buona parte costruito in legno secondo le regole della bioedilizia; l’ Hotel Emmy – Dolomites Family Resort all’Alpe di Siusi in Alto Adige segue alla lettera il nuovo concetto dei 5 elementi (legno, fuoco, terra, metallo e acqua), un approccio pratico della medicina cinese focalizzato sull’energia e la vitalità della natura…nell’arredamento, nella cucina, nella Spa e nelle attività proposte dallo staff sel resort. In Val Luson, in provincia di Bolzano, c’è l’immensa struttura dell’Hotel Sonnwies, di cui consigliamo soprattutto l’Agriturismo Sorgenhof al suo interno:una fattoria biologica con mucche, vitelli, pony, capre, galline, anatre, pecore e conigli da accarezzare o mungere per la felicità dei più piccoli. L’orto biologico è una vera fonte di salute: fresche erbe aromatiche e genuine verdure di montagna vengono impiegate dallo chef dell’hotel e possono servirsene anche gli ospiti della tenuta biologica Sorgenhof che risiedono negli appartamenti.

IMG_20170412_190634 (1)
I consigli del Sano:
Idratazione: quando si cammina per molte ore è necessario idratarsi e reintegrare i sali minerali persi. Non stiamo parlando di sessioni di palestra o di corsa, ma di camminate per tempo prolungato, magari sotto il sole primaverile. La regola fondamentale è bere spesso e in piccole dosi in modo da non sovraccaricare lo stomaco. E’ consigliabile un’acqua ricca di bicarbonati, magnesio (utile per prevenire i crampi muscolari), sodio, calcio, potassio. In sostanza un’acqua mediominerale come acqua Uliveto, perfetta per reintegrare i sali minerali persi durante la nostra gita! L’acqua è fondamentale anche per la digestione, che in questi giorni di pranzi in famiglia e con amici, potrebbe risultare difficoltosa: le acque più adatte per una buona digestione sono quelle più ricche in bicarbonati (HCO3), che contribuiscono alla riduzione del pH gastrico, e in una riduzione dell’acidità di stomaco, e solfati (SO4) in grado di stimolare la sintesi di alcuni enzimi essenziali nelle fasi digestive, in particolare quelli prodotti dal fegato e dal pancreas.  #acquauliveto

Buzzoole

http://l12.eu/acquauliveto1-1424-au/6WXST105QZISO70UZK4N

Lascia un Commento