CosedaDonna

Svezzamento: regole per una pappina felice!

Svezzamento. Un momento in cui le neo mamme devono sfoggiare forza, pazienza, abilità ai fornelli e tanto amore. Niente panico, basta qualche regole di base e poi si corregge il tiro. 

FB_IMG_1482332382137di Barbara Pedretti -Gravidanza Amore ed Emozione

 

 
Svezziamoli! Lo svezzamento è il momento in cui s’introducono i primi cibi solidi e semisolidi nella  dieta del lattante. IL piccolo inizia ad avere bisogno di minerali,particolarmente ferro,proteine e grassi. A questo punto,il latte materno (esclusivo)non è più sufficiente per essere un nutrimento completo di crescita e ,al di là dell’apporto nutrizionale, è importante perché rappresenta uno stadio fondamentale per la crescita del bimbo.Durante questo periodo conoscerà consistenze,odori e sapori che impronteranno le abitudini alimentari future.

Quando iniziare? L’OMS consiglia d’iniziare dal sesto mese di vita e solo in casi particolari, sotto controllo e consiglio del pediatra,viene anticipato( MAI PRIMA DEL 4 MESE).

svezzamento-634-357

Cosa preparare? I primi cibi che si possono somministrare sono i  vegetali cotti come patate, carote, banana, pera o mela. Successivamente carboidrati come riso, mais,tapioca,che spesso si trovano anche sotto forma di creme.
Le proteine (con parsimonia): agnello, pollo, manzo, capretto, maiale,montone.
Ovviamente anche il pesce.

Da non fare. Questi sono gli errori comuni che le neo mamme alle prese con lo svezzamento fanno. Nessuna paura, prendete nota:

Eccedere con formaggi e carne,molto ricchi di proteine e sale,(appesantiscono fortemente il metabolismo).
L’aggiunta di zuccheri (causa di possibili carie e la possibile insorgenza di diabete)o di miele (pericoloso a causa del batterio botulino).
La scelta di latte o formaggi a basso contenuto di grassi(essenziali per lo sviluppo del cervello e dell’organismo).

Qualche consiglio non guasta mai: l’unione tra mamme fa la forza! 

Prediligere la cottura a vapore,garantendo il mantenimento di vitamine,sali minerali e del gusto.
Non somministrare succhi di frutta e bevande zuccherine.
Creare un “rito”ben definito per i pasti.
Utilizzare cucchiaini,piattini e bicchieri di misura adatta(non per adulti),possibilmente colorati e gradevoli alla vista.

PERLE DI GRAVIDANZA AMORE ED EMOZIONE :
Esiste anche “l’autosvezzamento“,ma preferiamo fornirvi informazioni tratte dalle linee guida del ministero della Salute.
L’allattamento al seno è consigliato fino al secondo anno di età,quindi v’invitiamo a non tralasciare,ove possibile.

Lascia un Commento