CosedaDonna

Tinta naturale: le erbe che colorano i capelli

Tempo di qualche colpo di testa? Che vogliate cambiare look o nascondere i capelli bianchi poco importa, fondamentale è scegliere una tintura naturale: economica, fatta in casa e ad effetto modulabile. Scopriamo tutti i segreti!

Le donne spesso lo fanno abitualmente, ma anche gli uomini si lasciano tentare, per coprire i primi capelli bianchi, oppure per portare una ventata di freschezza al proprio look. Le tinte che si trovano normalmente in commercio, però, contengono prodotti chimici che non solo rendono opachi e sfibrati i capelli ma possono provocare danni alla cute con fastidiose allergie o dermatiti. Inoltre la maggior parte delle colorazioni contiene ammoniaca, sostanza che aumenta l’efficacia della tintura però, a lungo andare, va a danneggiare il fusto del capello finendo irrimediabilmente per indebolirlo.

Per ovviare a tutte queste problematiche e avere capelli sempre morbidi e fluenti si possono tingere i capelli con le tinture naturali e i rimedi fai-da-te.

Un modo sicuramente economico ed ecologico per cambiare colore alla chioma o coprire i capelli bianchi, adatto anche a chi è allergico e alle donne in gravidanza.

Per un tocco di rosso. Questa tinta è probabilmente una delle più conosciute all’interno dei prodotti naturali: l’henné. Ha il pregio di riuscire a tingere fino alle radici e inoltre apporta spessore e salute ai nostri capelli ed è uno dei prodotti che dura di più: fino a tre mesi. Mischiate l’henné in polvere, che troverete in erboristerie e negozi di prodotti naturali, con un po’ di succo di limone e olio oppure con del balsamo, per far sì che non secchi troppo i capelli.

Un’alternativa all’henné è il karkadè che però richiede un po’ più di tempo per la preparazione. È necessario infatti portare ad ebollizione dell’acqua, versare il karkadè e lasciarlo in infusione per mezz’oretta fino a quando non prende una tinta bella rossa. Lasciate riposare per 2 ore e filtrate l’acqua. Stendete il tutto sui capelli con un pennello e lasciar riposare per un’ora. Ogni 10 minuti potete continuare a spennellare con il liquido per aumentare l’effetto.

Moroccan-henna-powder-2013-sm

 

Castane come il cioccolato. È bene puntualizzare che l’henné da i migliori risultati sui capelli rossi, se invece vogliamo tingere dei capelli di colore scuro possiamo mescolare l’henné con altre sostanze di origine vegetale. Per esempio, per i capelli scuri, è possibile aggiungere all’ henné la polvere di mallo di noce (acquistabile in erboristeria) ed utilizzare lo stesso procedimento appena descritto.

Le foglie del noce permettono di dare ai capelli un tono castano e allo stesso tempo conferiscono forza e lucentezza. Per prepararle fate bollire le foglie nell’acqua e quando questa sarà tiepida applicate il decotto sui capelli, lasciandolo agire per 15 minuti. Anticamente questa tinta veniva realizzata bollendo le foglie del noce nella birra, che è un altro ingrediente molto benefico per i capelli, visto che dà lucentezza e, quando viene fatto bollire, perde tutto l’alcol.

Mora con il tè o l’indigo. L’indigo è un colorante naturale che si ottiene, tramite un lungo e complicato procedimento, da una pianta chiamata Indigofera Tinctoria. Questo colorante è di tonalità molto scura con riflessi blu e viene utilizzato anche per tingere i jeans. Per tingere invece i capelli in modo naturale l’indigo può essere utilizzato insieme all’henné per ottenere tonalità più scure.

Un altro tra i metodi per tingere i capelli scuri in modo naturale è rappresentato dal tè nero; è sufficiente preparare un tazza di tè molto concentrato (utilizzando l’equivalente di tre bustine), versarlo sui capelli e lasciarlo riposare per un paio d’ore dopodiché è possibile sciacquarli.

Bionda “naturale”. Per schiarire il tono dei nostri capelli, ci sono diversi metodi, potete usare la camomilla, la calendula, lo zafferano o la curcuma.

Per schiarire i vostri capelli con un effetto “baciata dal sole” vi occorrono soltanto tre cucchiai di petali di calendula secchi, tre cucchiai di fiori di camomilla, la buccia di un limone tritata e due cucchiai di aceto di mele. Portare a ebollizione 500 ml di acqua distillata, la calendula, la camomilla e il limone e fate bollire per 15 minuti, togliete dal fuoco e lasciate macerare per circa 3 ore. Scolate le erbe e versate la lozione in una brocca o una bottiglia trasparente. Aggiungete l’aceto di mele. Dopo lo shampoo, massaggiare i capelli con questa lozione e risciacquate, ripetete 2 volte a settimana. I capelli si schiariranno soprattutto se vi esporrete al sole subito dopo il trattamento.

Anche curcuma e zafferano sono due spezie con un alto potere colorante ed è quindi possibile utilizzarle per tingere i capelli biondi con metodo naturale. Per farlo è sufficiente sciogliere un cucchiaino di curcuma in una tazza di acqua bollente e lasciare poi raffreddare. Al termine si versa la lozione ottenuta sui capelli asciutti e si lascia riposare per un quarto d’ora. La stessa cosa vale per lo zafferano, che però è più costoso, visto l’alto potere colorante, può essere l’equivalente al contenuto di due bustine per risotto.

Per coprire i primi capelli bianchi. Un modo per coprire i capelli bianchi, sfumandoli verso una tonalità più scura è la lozione al rosmarino e salvia fatta in casa. Ecco come prepararla:

Per prepararla occorrono: 2 tazze di acqua calda, mezza tazza di foglie secche di salvia e mezza tazza di foglie di rosmarino essiccate. Unite tutti gli ingredienti in una pentola, fate bollire per 30 minuti e lasciate riposare per diverse ore. Utilizzare il liquido sui capelli e lasciatelo in posa per 45 minuti poi sciacquate e asciugate. Questo metodo di copertura dei capelli bianchi funziona nel corso del tempo, con successive ripetizioni, non è una correzione immediata.

(S)chiarimenti. Nella preparazione delle tinte naturali vi raccomandiamo di non utilizzare né recipienti né utensili di alluminio per la preparazione delle tinte naturali. Quando le applicate sui capelli, cercate di coprirli con della pellicola trasparente per ottenere risultati migliori. Queste tinte rispetto a quelle artificiali non lasciano i capelli luminosi. Potete però ovviare a questo inconveniente applicando abitualmente delle maschere idratanti e utilizzando come balsamo dell’aceto di mele mischiato con dell’acqua (più sono secchi i capelli, più aceto bisogna aggiungere in proporzione). Lasciatelo agire per un paio di minuti e sciacquate con acqua fredda o tiepida.

Ovviamente le tinte per i capelli fatte in questo modo non hanno la durata delle tinte che si trovano normalmente in commercio perchè prive di agenti chimici. L’effetto sarà sicuramente più naturale e invece di rendere più fragile il capello lo andranno ad arricchire grazie alle vitamine presenti naturalmente in tutti gli ingredienti.

Lascia un Commento