LiberalaMente

Estate in montagna: una vacanza all’insegna del benessere

Vantiamo le spiagge più belle del mondo, migliaia di chilometri di coste meravigliose, ma non sempre “estate” è sinonimo di mare. Ci sono gli amanti della montagna. Una filosofia di vita diversa: relax, passeggiate, aria buona, panorami mozzafiato, laghi e buon cibo. Staccare la spina e perdersi tra vette e nuvole. Ecco qualche consiglio su come trascorrere una vacanza in montagna all’insegna dell’assoluto benessere psico fisico.

Foto e testi di Eleonora Lanzetti

Respirare a pieni polmoni. Per gli amanti della montagna rappresenta davvero l’ossigeno, l’ aria pura. Vacanza in montagna significa stare all’aria aperta e respirare a pieni polmoni, senza smog e inquinamento. Un sollievo immediato per tutti –soprattutto per bambini ed anziani- che in vetta possono rigenerarsi. E se durante l’anno si soffre spesso di mal di gola, tosse, bronchite, asma o rinite allergica, è un toccasana: basti pensare che in alta montagna gli acari “non hanno vita lunga” perché non sopravvivono oltre una certa altitudine.

 Camminare “vicini al cielo”. Una delle attività che il “turismo montano” offre durante la stagione estiva è senza dubbio la camminata: chilometri di sentieri, percorsi ed escursioni con livelli di difficoltà diversa a seconda di ciò che la natura ha saputo regalare. Tantissimi i benefici del camminare, sia a livello mentale che fisico; ne beneficiano: respirazione, circolazione, muscoli, sistema endocrino.

Stacca la spina e rilassati. Via dalla città, dall’ufficio, dai ritmi frenetici; la massima è: approfittare della vacanza per svolgere tutto ciò che ci fa stare bene e ci rilassa. Le attività che si possono fare in montagna sono svariate: un bel giro in bicicletta, un bagno nel lago e, perché no?, una bella grigliata con gli amici, una passeggiata a cavallo, una camminata tra i rifugi, una visita agli alpeggi e ai numerosi caseifici, dove poter degustare formaggi e salumi a km 0. Per i più avventurosi non mancano poi attività come rafting, arrampicata e mountainbike. Se invece avete voglia di coccolarvi, prendervi cura di voi stessi, e desiderate del dolce far nulla, ci sono sempre numerosi centri termali in cui trovare spa attrezzate in cui sperimentare bagni profumati, sedute di yoga e massaggi.

Passo-Fedaia

Passo Fedaia

Una questione di altitudini. Proprio i metri di quota sono un aspetto da non sottovalutare quando si pianifica una vacanza in montagna, perché non tutti riescono ad abituarsi alla vita lassù… Per evitare il “mal di montagna” è utile sapere alcune cose:

  • bassa quota (da 700 a 1200 metri): le valli sono ampie, con un pendio lieve, ideale per lunghe passeggiate e biciclettate per tutta la famiglia, all’insegna del clima gradevole per adulti e bambini. Ideale per chi è convalescente e per chi è “stressato”.
  • quota media (da 1200 a 1600 metri): l’aria è più “fine”, l’insolazione inizia ad essere importante, ci si può dedicare a passeggiate e scalate solo se non si è ipertesi e non si soffre di scompensi cardiaci, e di problemi respiratori quali enfisema o broncopneumopatie croniche ostruttuive. Anche se si è tipi un po’ nervosetti o si soffre di fastidi psicosomatici, meglio lasciar perdere. Ideale, invece, per chi ha la pressione che, proprio, non ne vuole sapere di salire!
  • alta quota (oltre i 1600 metri): Raddoppia tutto quello che trovate scritto in “quota media”: fare attenzione! A questa altitudine, la produzione di midollo osseo viene stimolata e vi è un valido aiuto a ritrovare concentrazione. Oltre i 2000/2500 metri, se non si è persone sane e ben allenate, meglio scordarsi gite da queste parti.
Lago di Tovel

Lago di Tovel

 

 

Indecisi sulla meta? Ecco i nostri consigli.

  • Cortina d’Ampezzo è sempre un must anche senza neve: tra labirinti di passeggiate e sentieri dove la mente si può perdere tra ricordi e leggende. Percorsi di grande interesse naturalistico, itinerari storicisentieri “abitati” da personaggi della fantasia e passeggiate che portano ancora le impronte dei grandi nomi dell’arte e della letteratura che tante volte lì hanno trovato la loro ispirazione.
  • Trentino Alto Adige: l’imbarazzo della scelta. Dai laghi color smeraldo della Val di Non e della Val di Sole (Lago Smeraldo, Lago di Tovel), al percorso culturale alla scoperta dei castelli del Trentino (Castel ThuN, Castel Beseno, Castello del Buonconsiglio, Castello di Arco, Castello di Rovereto, Castel Toblino, Castel Stenico), ma vogliamo consigliarvi due mete che risultano essere il favoloso compromesso tra shopping, passeggiate, sport e paesaggi mozzafiato: San Candido e Obereggen.
  • Valtellina: relax e terme. Se la parola d’ordine è relax, e la Valtellina è la vostra scelta, non dimenticate Bormio, con le decine di strutture termali più rinomate del nord Italia.
  • Panorama mozzafiato? E se volete scoprire l’ottava meraviglia del mondo – il Monte Bianco– allora salite sulla nuova funivia che da Courmayeur porta al Sentiero dei Giganti, la terrazza panoramica al centro del massiccio: da qui vedrete Cervino, Monte Rosa e Gran Paradiso…da togliere il fiato.
  • Alpinisti e biker, tutti a Bardonecchia. Bardonecchia offre infatti tutto l’anno la possibilità di vivere una vacanza nella natura, facendo sport o dedicandosi alpuro relax e divertimento. In estate Bardonecchia è una meta molto apprezzata da alpinisti, sportivi e famiglie, perchè offre uno splendido paesaggio alpino, la possibilità di praticare tutti gli sport outdoor ed eventi e attività per genitori e bambini.
  • A misura di famiglia? Linz e il Tirolo Occidentale.  Nell’Osttirol le famiglie prediligono di solito l’Alta Val Pusteria. Qui si trovano strutture specializzate per bambini (kinderhotels), le escursioni sono meno impegnative e c’è un’ampia scelta di attività per grandi e piccini. Dal famoso itinerario ciclabile della Drava (Drauradweg) facile da percorrere, le piste estive di slittino, curiosità come il Museo delle Carrozze o la funivia che porta sul Thurntaler, la montagna più frequentata con magnifica vista panoramica sulle Dolomiti. Particolarmente affascinante la città dolomitica di Lienz con il suo elegante centro storico, i caffé nella piazza principale vicino alla Liebburg e le boutique alla moda

 

 

Lascia un Commento